Sul progetto

Pacchetto di lavoro T2: Competenze professionali coordinate nel settore della medicina d'urgenza

Retroscena

Per garantire un servizio di medicina d’urgenza ottimale per i pazienti in pericolo di vita nell'area transfrontaliera non basta solo attuare il nuovo protocollo per il trasporto transfrontaliero di pazienti in pericolo di vita, bensì, è di importanza basilare anche una competenza professionale migliorata e standardizzata del personale medico della rete di servizi medici d’urgenza.

Stiamo pianificando e ci aspettiamo che almeno 325 persone impiegate nelle istituzioni sanitarie transfrontaliere verranno abilitate attraverso corsi certificati uguali di assistenza precoce per pazienti in pericolo di vita. Le abilità e le competenze professionali migliorate e unificate del personale per l'assistenza sanitaria d'urgenza delle persone in pericolo di vita nell'area transfrontaliera saranno una garanzia che, nell’ambito del progetto, la pratica della cura verrà unificata e raggiungerà l’ottimizzazione della gestione di alcuni tipi di condizioni di pericoli di vita.